Bio

bio
CAFTUA:  Orazio Russo   (voce & chitarre)      Giacomo Nicolosi   (basso)       Paolo Scuto   (batteria)

Idee, emozioni, speranze e sentimenti sono alla base di oltre 15 anni di intensa attività dei Caftua. La band catanese è composta da 3 elementi fautori di un rock prettamente europeo. Le liriche sintetizzano con semplicità e forza storie di ordinaria rabbia, amori e disamori, secondo le più calde leggi di una generazione tenace. Hanno collaborato on stage con diversi esponenti del rock italiano ed europeo (Fire Next Time, Litfiba, CCCP, Neon, Moda, Zucchero…). Nel 1986 prendono parte alla compilation 095 Codice Interattivo prodotta dalla Rock 86 Production. Esodo (primo lavoro autoprodotto del 1991) vede la presenza di una allora sconosciuta Carmen Consoli ai cori nel brano ‘One Day’. Nel 1995 vincono il Festival di Caltanissetta. Due anni dopo incidono un nuovo lavoro, Sotto il Vulcano, prodotto dall’omonima testata giornalistica siciliana. Il disco si avvale della presenza di Luca Madonia (ex Denovo) in ‘Come Mai’. Nel 2000 prendono parte al Festival di Messina in compagnia di Elisa, Litfiba, Modena City Ramblers. Nel 2001 vincono per la seconda volta il Festival di Caltanissetta con il brano ‘Il viaggio’. Nel 2008 Caftua presenta il nuovo singolo “L’ultimo giorno” che canta lo scottante tema della pena di morte ed è per questo motivo che l’iniziativa è patrocinata dall’associazione “Nessuno tocchi Caino” e dalla Provincia Regionale di Catania. Il video per la regia del giovane regista catanese Giorgio Bruno  vede l’amichevole partecipazione dell’attore catanese Nino D’Agata. Dal 2009 al 2011 i  Caftua puntano la loro attenzione su un’intensa attività live che li vede collaborare anche con Ivan Cattaneo in uno spettacolo dal titolo “VOCI VELOCI”.
Il gruppo,stà attualmente lavorando ad un nuovo progetto discografico che si chiamerà “Cambio Direzione”